Domenica 22 dicembre, alle ore 12, si apre la quarta mostra di UNA GOCCIA DI SPLENDORE, titolo della stagione espositiva di Casa Sponge: Succede Dietro ai Monti di Luca Caimmi.

Succede Dietro ai Monti, personale di Luca Caimmi a cura di Milena Becci, è il proseguo di un percorso e di uno studio approfondito e soggettivo sul paesaggio circostante la Casa iniziato ormai un anno fa a seguito di una residenza a cui parteciparono alcuni artisti interessati a dipingere en plein air, accolti dal territorio marchigiano. Tutto iniziò a Montesecco, piccola frazione del Comune di Pergola, preziosissimo angolo da cui è possibile godere di uno straordinario panorama, ed è proprio lì che Luca Caimmi torna per realizzare il suo progetto a Casa Sponge.

Il cammino, che nel suo andare ha visto ritmare più tappe che si ricollegano tutte alla stessa tematica del paesaggio, continua con un artista marchigiano, nato a Fano (PU), la cui ricerca si focalizza in particolare sul disegno e l’illustrazione, oltre che sulla pittura e la ceramica, da sempre con grande attenzione verso la natura che ci circonda e che spesso attornia i soggetti da lui realizzati. Il focus nei confronti dell’ambiente e dei numerosissimi elementi che lo compongono non è quindi a lui estraneo e spesso il suo occhio si trova a dare a questi l’attenzione che essi meritano.

La sensazione che hai quando vai a Montesecco è che sei lì per sfruttare la sua posizione panoramica, quindi per osservare tutto intorno e, nel mio caso, essere attirato dalle montagne immaginando cosa possa succedere dietro a quei monti o in quel paesaggio lontano scrive Caimmi subito dopo la sua prima giornata passata in paese. Da qui l’idea del titolo, un’attrazione e una curiosità che porta a voler capire cosa Succede Dietro ai Monti.

Una prima ripresa con la fotocamera è sintomo di una volontà di imprimere le immagini sullo schermo e comprendere cosa, di primo acchito, attira lo sguardo che, singolo o collettivo, viene attivato ed attirato dai monti. Saranno poi il disegno e la pittura a rielaborare un’immagine naturale che andrà a prendere il suo posto nelle pareti di Casa Sponge per riportare all’interno ciò che ha la sua preponderante presenza all’esterno. La modalità è decisamente decisione presa dall’artista che inizia il suo percorso all’aperto per spostarlo poi nello spazio domestico. I pochi abitanti del borgo accoglieranno nuovamente l’arte per donare ad essa ciò che li circonda da sempre e ciò che anche loro hanno la curiosità di immaginare mirando da lontano. La distanza diviene vicinanza che aiuta a comprendere ciò che accade dietro a quelle alture. La mostra sarà visitabile fino al 26 gennaio su prenotazione. (339 4918011 \ spongecomunicazione@gmail.com).

Qui alcune foto del lavoro di ricerca fotografica e il quaderno disegnato pensando al paesaggio attorno a Montesecco.

Le foto della mostra sono di Michele Alberto Sereni

https://segnonline.it/succede-dietro-ai-monti-di-luca-caimmi/?fbclid=IwAR3kdVQOIWHvgDzq2dvSBW2g7d3p-dPoVlmoNCDF6wtbqUZpWqDyCoJvw-4

https://www.artribune.com/arti-visive/arte-contemporanea/2020/01/mostra-luca-caimmi-casa-sponge-pergola/?fbclid=IwAR3NAnY9fa6YQzlb8vHrCzR0pAdtUijmsrnOe9j5Yy28j1fHGACpV3vLDys

Commenti

Lascia un commento